You are currently viewing Luca Lotti, the Undersecretary to the Prime Minister’s Office, visits Irplast

Luca Lotti, the Undersecretary to the Prime Minister’s Office, visits Irplast

Un esempio virtuoso di azienda italiana che innova e cresce sul mercato internazionale.

Importanti investimenti in Ricerca & Sviluppo, in tecnologia e in Risorse Umane gli ingredienti della crescita dell’azienda, leader europeo nel labelling. Nuovi inserimenti in organico e incentivi per i dipendenti che completano il ciclo di studi per qualificare la formazione. Nuovo impianto di cogenerazione nella sede di Atessa per ridurre i costi di approvvigionamento energetici e abbattere le emissioni.

L’Azienda risponde così al livello di competizione sempre crescente sul mercato internazionale.

Empoli, 18 novembre 2016 – Una giornata importante nel segno della collaborazione tra Istituzioni e impresa. E’ questa la sintesi della visita di oggi venerdì 18 novembre alla sede della Irplast di Empoli, da parte di Luca Lotti, Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, accompagnato dal Sindaco di Empoli  Brenda Barnini, dall’Assessore alle Attività Produttive Antonio Ponzo Pellegrini e dal Consigliere Regionale Enrico Sostegni. Lotti ha voluto testimoniare con la visita allo stabilimento dell’Azienda, leader europeo nel labelling, l’attenzione che il Governo riserva alle aziende che investono sul territorio. La Direzione di Irplast, rappresentata da Fausto Cosi, Amministratore delegato dell’Azienda, ha presentato gli investimenti 2015-2016 nelle sedi di Empoli e di Atessa, in provincia di Chieti, dove Irplast ha altri due insediamenti produttivi, per diventare sempre più competitiva sul mercato internazionale, con la realizzazione di prodotti ad elevato contenuto tecnologico (film in polipropilene, etichette e nastri da imballaggio per settori food, beverage, detergenza e tabacco).

Otto  milioni di euro impiegati da Irplast nel 2015-2016 per l’aumento della capacità installata con nuovi macchinari di ultima generazione per il miglioramento dell’automazione e con l’installazione di un moderno impianto di cogenerazione presso la sede di Atessa per ridurre i costi di approvvigionamento energetici.

Oltre 60 le risorse (età media 28 anni) inserite  in Azienda nel biennio 2015-2016, con un organico complessivo che si attesta a 358 unità. L’azienda sta predisponendo un Protocollo di Intesa con le Organizzazioni Sindacali per disciplinare le politiche di recruiting, di formazione e sviluppo della crescita dei giovani talenti in azienda. Al tal fine  l’Azienda ha presentato un piano di incentivi per il completamento del ciclo di studi dei dipendenti, che sarà articolato nel seguente modo: € 1.000 al conseguimento del diploma di scuola superiore;  € 1.000 per anno per 3 anni al conseguimento della laurea triennale + bonus di € 500 successivamente alla discussione della tesi. € 1.200 per anno per 2 anni al conseguimento della laurea magistrale + bonus di € 500 successivamente alla discussione della tesi.

 “Oggi per il Governo è un’occasione importante – ha dichiarato Luca Lottiper vedere da vicino le realtà per le quali abbiamo fatto leggi utili alla crescita: provvedimenti per il super ammortamento, gli investimenti, l’alternanza scuola/lavoro. Se tutti facciamo un pezzetto di strada insieme ne guadagna tutto il nostro territorio. La soddisfazione  di lavorare – ha detto rivolgendosi al personale di Irplast – in un’Azienda sana che cresce continuamente e che valorizza  le persone deve farvi sentire orgogliosi”.

“Ci tenevamo tutti che il Sottosegretario – ha detto il Sindaco di Empoli – potesse vedere da vicino questa Irplast, una delle realtà del territorio di cui siamo più orgogliosi perché investe tanto in formazione e innovazione. Grazie a un’azienda come Irplast la nostra città può sperare e credere di avere un futuro nel settore produttivo e quindi nell’occupazione. Non è così scontato dirlo oggi. Siamo fin dal nostro arrivo in Comune a completa disposizione per sostenere questa Azienda con la quale da tempo ormai collaboriamo in modo molto proficuo”.

“Siamo convinti che la qualificazione della formazione e la motivazione delle persone  – ha dichiarato Fausto Cosiunitamente agli investimenti in Ricerca e Sviluppo e nuove tecnologie, siano gli elementi fondamentali dell’innovazione per una crescita continua e per una sempre maggiore competizione internazionale. I recenti provvedimenti del Governo in tema di incentivi agli investimenti e alla Ricerca e Sviluppo costituiscono un’ occasione imperdibile per accelerare il percorso di innovazione e il rinnovamento tecnologico delle aziende italiane. Ringraziamo – ha proseguito Cosi – in modo particolare il Sottosegretario Lotti e tutte le Istituzioni che oggi hanno voluto testimoniare con la loro presenza la vicinanza e il loro diretto interessamento alla nostra realtà aziendale. Siamo convinti che solo continuando a lavorare in modo congiunto e con visione progettuale, anche con l’appoggio concreto delle Istituzioni, si possa guardare al futuro in termini  ottimistici”.

BREVE PROFILO  IRPPLAST

Irplast, integrata verticalmente, dall’estrusione del film ai processi di stampa, unico produttore al mondo di film in BOPP orientato simultaneamente, è uno dei principali player europei nella realizzazione di etichette termoretraibili preadesivizzate in BOPP. Con sede a Empoli e due siti produttivi ad Atessa (CH), è presente sul mercato internazionale (80% di export) anche con soluzioni per il multi-imballo e shrink sleeve. Forti investimenti in R&D e innovazione sono i fattori distintivi della crescita a cui, in parallelo, l’azienda ha contribuito con l’ottimizzazione dei processi. Irplast –  certificata BRC – vanta un’esperienza consolidata in progetti internazionali complessi e si avvale di un team di tecnici specializzati nella progettazione, implementazione e assistenza continuativa on-site. Il Gruppo conta 358 addetti, distribuiti in 3 siti produttivi in Italia, completamente automatizzati: uno a Empoli (Firenze), con una capacità produttiva di oltre 350 milioni di mq e due ad Atessa (Chieti), con una capacità produttiva complessiva di 50.000 tonnellate/anno di film BOPP.

Il fatturato 2016 sarà di 94 milioni di euro e una previsione di 98 milioni di euro per il 2017. Il fatturato è equamente diviso tra tra la business unit BIMO, specializzata nella produzione di film BOPP per applicazioni specialty e le divisioni LABEL TECH (etichette da bobina) e PRINT TAPE (nastri adesivi stampati) realizzate ad Empoli. Il 23% della produzione è destinata al mercato italiano, il 77% a quello internazionale.

Brevi cenni storici dell’Azienda

La storia dell’Azienda inizia nei primi anni ’50 nel settore degli accessori per calzature. Grazie all’esperienza maturata nella gestione dell’adesivo, nel 1983 nasce IrplastNastri S.pA che si specializza nella produzione di nastri adesivi stampati, attraverso l’uso di materiali eco-sostenibili, quali il polipropilene in luogo dell’inquinante P.V.C. e gli inchiostri a base acquosa, privi di solventi nocivi. Nel 1987 l’azienda decide di integrare verticalmente il processo produttivo e costituisce una nuova società, BIMO Italia S.p.A. per la produzione di film BOPP in polipropilene per l’imballaggio flessibile. Nel 2011 la società Bimo Italia S.p.A. e la società Irplast S.p.A. si sono fuse mediante incorporazione della prima nella controllante Irplast S.p.A.